10 giugno 2017 / Incontro nazionale PO e amici

 

CONVEGNO di BERGAMO
10 giugno 2017

+

INCONTRO NAZIONALE DEI
PRETIOPERAI E AMICI
8-10 giugno 2017


presso la Comunità Missionaria Paradiso
via Carlo Cattaneo 7 / Bergamo

 

Come già negli scorsi anni, cogliamo l’occasione dell’incontro nazionale dei pretioperai, al quale partecipano anche nostri amici, per organizzare un convegno aperto a tutti.

L’intera giornata del 10 giugno sarà dedicata al tema del Convegno:

 

Terra e Popoli:

futuro prossimo

 

I pretioperai e gli amici si incontreranno al “Paradiso” a partire dal pomeriggio alle ore 17 del giovedì 8 giugno sino alla conclusione del Convegno.

 

Giovedì 8 giugno

Dalle 17,30 alle 19,30: incontro tra noi in assemblea con scambio di informazioni e narrazioni su quanto stiamo vivendo a livello personale e nella relazione con gli altri. Dedicheremo una parte del tempo per decidere nel dettaglio il programma del giorno dopo.

Alle ore 20 la cena condivisa. Ciascuno di noi porterà qualche specialità dei prodotti del territorio di residenza per la cena comune.

Nel dopo cena continua la dimensione conviviale, salvo qualche sorpresa bergama­sca.

 

Venerdì 9 giugno

La giornata è dedicata alla riflessione tra noi e alla preghiera condivisa.

L’editoriale e le prime due parti di questo quaderno hanno il compito di introdurre le tematiche che intendiamo approfondire. Non è difficile cogliere la connessione del discorso indicato dal nostro titolo con l’enciclica di Francesco «Laudato si’». Oggi per comprendere qualcosa di quanto sta accadendo occorre assumere il paradigma planetario. Se questo è vero a livello della finanza, del mercato globale, delle comunicazioni, dei processi migratori… è vero ancor più a fondo su quanto sta accadendo al nostro pianeta, l’unico – a quanto sino ad ora conosciamo – che possiede un equilibrio complessivo che lo rende capace di ospitare la vita vegetale, animale e umana. La terra è l’unica biosfera che può sostenere la vita. Le tre risorse vitali: la terra, l’acqua e l’aria, stanno subendo un’aggressione devastante e molto pericolosa per il futuro delle generazioni che ci succederanno. E già ora l’impatto negativo su milioni e persone, su popoli interi, è riscontrabile.

Riprendendo un vecchio adagio: “pensare globalmente, agire localmente”, noi possiamo, a partire dalle nostre postazioni, leggere i segnali che nel nostro micro portano le tracce e fanno presagire il deterioramento ambientale e le ricadute sulla qualità della vita umana e del vivere sociale.

Domandiamoci quale sia il livello di coscienza su quanto sta avvenendo, se la Laudato si’ è servita a risvegliare nelle chiese e a livelli laici una maggiore consapevolezza. Nell’enciclica c’è l’appello a una “conversione ecologica”, si parla di “spiritualità ecologica”, di “cultura della cura”: c’è una eco di questi inviti negli ambienti che frequentiamo?

Dinanzi a una politica che semplicemente ignora questi problemi e quindi è incapace di immaginare un futuro; dinanzi a chiusure razzistiche che negano o nascondono la dimensione planetaria con esasperazioni localistiche, come ci muoviamo? Siamo collegati con gruppi o associazioni che si riferiscono a una cultura ecologica? Condividiamo esperienze collettive di accoglienza verso persone che provengono da altri paesi? Il tema delle migrazioni interpella le nostre chiese locali? Ciascuno può portare esperienze particolari sul fronte politico-culturale e/o tentativi per vivere concretamente l’ Evangelo.

 

Sabato 10 giugno: convegno

È un convegno impegnativo perché è stato pensato come uno spazio nel quale far confluire tre riflessioni che possiamo rappresentare con tre domande:

  1. Pianeta Terra: a che punto siamo?

  2. In questo mondo globalmente a rischio che cosa può dirci la Bibbia?

  3. I Movimenti popolari (che si incontrano annualmente con Francesco) e molti gruppi presenti tra noi esprimono una cultura diversa e alternativa rispetto al verbo neoliberista e tecno-scientista dominante: come sviluppare in maniera efficace e concreta questa alterità?

 

IL PROGRAMMA DEL CONVEGNO

Terra e popoli: futuro prossimo

 

Ore

9,15

Apertura del convegno

9,30

Pianeta Terra: a che punto siamo?
Relatore
Grammenos Mastrojeni (Coordinatore per l’eco-sostenibilità della Cooperazione e lo Sviluppo)

11

Intervallo

11,15

Sapienza biblica: tra ecologia e dominio tecnologico
Relatore
Luca Mazzinghi (biblista)

12,45

Pausa pranzo

14,45

Alla scoperta della nostra casa comune

Relatrice Claudia Fanti (Giornalista di Adista)

16,30

Chiusura

 


INFORMAZIONI LOGISTICHE

 

Sede dell’incontro dei PO e del Convegno:

Comunità Missionaria Paradiso / Via Cattaneo 7 / Bergamo

(referente: Giacomo Cumini 035244110 / 3381655916)

Il Convegno del 10 giugno è aperto a tutti e non è necessaria alcuna prenotazione.

La prenotazione è invece necessaria:

  • per quanti parteciperanno all’incontro dall’8 al 10 giugno e intendono fruire dei pasti e del posto letto.

  • per coloro che parteciperanno solo al Convegno del 10 giugno e desiderano condividere il pranzo nella struttura che ci ospita.

Per prenotare, telefonare dalle ore 19 alle 21 a Mario Signorelli (035/4254155)

oppure inviare una mail a eremo.argon@gmail.com


COME ARRIVARE

IN TRENO:

da Milano per Bergamo ogni ora, così pure da Brescia. Usciti dalla stazione, percorrere Viale Giovanni XXIII per 200 metri, al secondo semaforo girare a sinistra per Via Paleocapa: dopo 20 metri sulla destra c’è la fermata del BUS 2, direzione DON ORIONE. Scendere all’ospedale Maggiore. Retrocedere al semaforo e immettersi in via S. Lucia, percorrerla fino in cima dove si trova la Rotonda di S. Lucia, girare a sinistra e dopo 10 metri a destra per via CARLO CATTANEO. Percorrere la salita, 100 metri, un cartello indicherà: Comunità Missionaria Paradiso.

 

IN AUTO:

dall’autostrada (Bergamo ha una sola uscita ) direzione centro. Al primo semaforo girare a destra per VIA CARNOVALI. Al semaforo successivo girare a SINISTRA, passare sotto il ponte della ferrovia e subito a DESTRA (è obbligatorio). Percorrere via BONOMELLI, superare il lampeggiante e al semaforo (sulla destra c’è la stazione dei treni) girare A SINISTRA e ci si immette su Viale GIOVANNI XXIII, che è da percorrere fin quasi sotto le mura della città vecchia (un chilometro e mezzo circa). Prima della curva che si trova in cima al viale, girare a SINISTRA e passare sotto la GALLERIA. Da essa si sbuca in via ROSMINI, in fondo c’è la ROTONDA DI S.LUCIA. Andare diritto e subito dopo venti metri a DESTRA per VIA CARLO CATTANEO. Percorrere in salita 100 metri e vi troverete alla COMUNITÀ MISSIONARIA PARADISO (tel. 035244110). Se qualcuno si perdesse o avesse bisogno di trasporto, telefoni al n. 3381655916, risponderà Giacomo Cumini.