Una poesia degli indiani d’America

Sosta meditata (3)


Il canto della gioia
di Tsaoai-Talee (Giovane Roccia)

 

Sono una piuma nel cielo chiaro

Sono il cavallo blu, che corre attraverso la prateria

Sono il pesce, che si muove luccicante nell’acqua

Sono l’ombra, che segue un bambino

Sono la luce della sera sul prato

Sono l’aquila, che gioca col vento

Sono un pugno di perle colorate

Sono la stella più lontana

Sono il fresco del mattino

Sono il rumore della pioggia

Sono il luccichio della cresta nevosa

Sono il sentiero della luna sull’acqua

Sono la fiamma di quattro colori

Sono un cervo, che si staglia lontano nel tramonto

Sono un campo di sommacco e di rape della prateria

Sono il cuneo di oche che volano nel cielo d’inverno

Sono la fame del giovane lupo

Sono il sogno che racchiude tutto questo.

 

Guarda, io vivo

Ho fatto amicizia con la terra

Ho fatto amicizia con il divino

Ho fatto amicizia con tutto ciò che è bello

Ho fatto amicizia con la figlia di Tsen- Tainte

Guarda, io vivo, io vivo.

N. Scott Momaday